de fr it

Henri-AlexandreJunod

17.5.1863 Saint-Martin (com. Val-de-Ruz), 22.4.1934 Ginevra, per suo desiderio a Rikatla (Mozambico), rif., di Lignières. Figlio di Henri, pastore, e di Marie-Adèle Dubied. 1) (1889) Emilie Biolley, di Couvet; 2) (1904) Hélène Kern, di Zurigo. Studiò teol. a Neuchâtel. Fu missionario della Mission Suisse romande a Rikatla (1889-96); tra il 1899 e il 1907 creò una scuola evangelica a Shiluvane (Sudafrica). In seguito tornò a Rikatla (1907) e poi in Svizzera (1921). Dal 1895 si dedicò più intensamente alle sue ricerche linguistiche ed etnologiche. Fu tra l'altro pres. dell'ufficio intern. per la difesa degli indigeni della Soc. delle Nazioni. Fu uno dei primi a cercare di rispettare il contesto culturale delle comunità tribali nella sua attività di missionario. Nell'opera letteraria e nelle lettere criticò gli effetti dell'imperialismo e del capitalismo sulle pop. indigene. Benché i suoi scritti siano oggi da valutare criticamente, soprattutto dal profilo metodologico, costituiscono una inestimabile fonte di informazioni sull'Africa tra il 1890 e il 1920.

Riferimenti bibliografici

  • Grammaire ronga [...], 1896
  • The Life of a South African Tribe, 1912-1913
  • P. Harries, «The anthropologist as historian and liberal: H.-A. Junod and the Thonga», in Journal of Southern African Studies, 88, n. 1, 1981, 37-50
  • P. Harries, Photography and the Rise of Anthropology: H.-A. Junod and the Tonga of Mozambique and South Africa, 2002
  • S. Reubi, «Aider l'Afrique et servir la science: H. A. Junod, missionnaire et ethnographe (1863-1934)», in RHN, 2004, 197-214
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 17.5.1863 ✝︎ 22.4.1934
Classificazione
Religione (protestantesimo)