de fr it

ElieMerlat

nel marzo 1634 Nieul-le-Virouil o Saintes (entrambi nella Saintonge), 18.11.1705 Losanna, rif., di Saintes. Figlio di Elie, avvocato, e di Catherine Sarrasin. 1) Jeanne de Vignolles; 2) Marguerite Gervereau; 3) (1683) Jeanne-Marie de Seigneux, figlia di Jean-Baptiste. Studiò filosofia presso l'Acc. di Saumur (1656-57) e poi teol. all'Univ. di Montauban (1653-56), all'Acc. di Ginevra (1656-57) e all'Univ. di Basilea (1657). Pastore a Saintes (1657-80) e pres. del sinodo provinciale di Jonsac (1678), nel 1680 fu condannato all'esilio perpetuo dal parlamento della Guienna per aver pubblicato una critica (1676) del Renversement de la morale del giansenista Antoine Arnauld. Rifugiatosi a Ginevra, divenne in seguito pastore a Losanna (1680-1700), professore di teol. all'Acc. di Losanna (1682-1701, rettore nel 1685-87) e professore incaricato (1701-05). Fu autore di numerosi scritti in lat. e franc.

Riferimenti bibliografici

  • Professeurs Académie Lausanne, 420-422
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ nel marzo 1634 ✝︎ 18.11.1705
Classificazione
Religione (protestantesimo)