de fr it

VincenzoMinutoli

5.12.1639 Ginevra, 25.4.1709 Ginevra, rif., dal 1651 (con il padre) cittadino di Ginevra. Figlio di Paolo, mercante di seta, e di Madeleine Perrot. (1671) Suzanne Fabri, figlia di Pierre, Consigliere e syndic. Pastore e letterato, discendente da una fam. oriunda di Lucca, compì studi di teol. a Ginevra, Leida e Groninga. Dal 1664 fu pastore a Middelburg (Province Unite); nel 1669 si ritirò a Ginevra. Nel 1675 venne chiamato a insegnare lettere classiche e storia all'Acc. Nel 1693 avviò la pubblicazione della rivista Les Dépêches du Parnasse ou Gazette des Savants. Si dedicò inoltre alla ristrutturazione della biblioteca dell' Acc., della quale curò un nuovo catalogo. Più che come teologo M. si distinse come letterato e storico. L'epistolario documenta i suoi legami con figure centrali della cultura europea, tra cui spicca soprattutto il filosofo Pierre Bayle.

Riferimenti bibliografici

  • Storia del ritorno dei Valdesi nella loro patria dopo un esilio di tre anni e mezzo (1698), a cura di E. Balmas, A. De Lange, 1998, 123-175
  • Livre du Recteur, 4, 552
  • E. Campi, «V. Minutoli, un teologo protestante it. del Seicento», in Actum Luce. Riv. di studi lucchesi, 22, 1993, 39-51
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 5.12.1639 ✝︎ 25.4.1709
Classificazione
Religione (protestantesimo)