de fr it

JacobVernet

29.8.1698 Ginevra, 26.3.1789 Ginevra, rif., di Ginevra. Figlio di Isaac, commerciante, e di Jeanne Richard. (1734) Marie Butini, figlia di Pierre. Studiò lettere, filosofia e teol. all'Acc. di Ginevra (1713-22). Durante gli studi soggiornò a Parigi dove fu precettore (1720-22). Dopo la consacrazione a Ginevra (1722), tornò a Parigi, dove fu nuovamente precettore fino al 1728. Nel 1728-29 compì viaggi in Europa. Fu pastore a Jussy (1730-31), Le Petit-Saconnex, poi a Ginevra (dal 1734) nonché professore di letteratura (1739-56), poi di teol. (1756-86) all'Acc. di Ginevra. Allievo di Jean-Alphonse Turrettini, si distanziò con decisione dall'ortodossia calvinista e professò una teol. aperta ad alcuni valori dell'Illuminismo. Fu amico di diversi filosofi, tra cui Montesquieu; preoccupato di difendere l'istituzione ecclesiastica, si inimicò tuttavia Voltaire e Jean-Jacques Rousseau.

Riferimenti bibliografici

  • Livre du Recteur, 6, 143 sg.
  • G. Gargett, J. Vernet, Geneva, and the Philosophes, 1994
  • M.-C. Pitassi, «Entre nécessité et utilité: le statut de la révélation dans l'apologétique de J. Vernet», in Apologétique 1650-1802, a cura di N. Bruckner, 2010, 151-165
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF