de fr it

Ralliement neuchâtelois

Partito fondato pochi giorni prima delle elezioni cant. neocastellane del novembre del 1941, che a sorpresa ruppe l'egemonia dello schieramento borghese in seno al Consiglio di Stato e fece eleggere nell'esecutivo il suo candidato Léo-Pierre DuPasquier e il suo alleato socialista Camille Brandt. Come altri movimenti di idee nati poco prima della seconda guerra mondiale quali la Lega del Gottardo o l'Anello degli Indipendenti, il Ralliement neuchâtelois tentò di superare la contrapposizione tra destra e sinistra e le divisioni partigiane. I suoi esponenti erano per lo più giovani di estrazione borghese con una spiccata sensibilità sociale. Concentrati principalmente nella regione più a bassa quota del cant., i gruppi del Ralliement neuchâtelois scomparvero dalla vita politica neocastellana dopo il ritiro di DuPasquier dal Consiglio di Stato nel 1947 (sostituito da un radicale), ad eccezione della sezione di Corcelles-Cormondrèche, ancora esistente all'inizio del XXI sec.

Riferimenti bibliografici

  • Ralliement: organe du Ralliement neuchâtelois, 1945-1947
  • J. Liniger, En toute subjectivité: cent ans de conquêtes démocratiques locales et régionales, 1980
  • 1944-1994: cinquante ans de Ralliement à Corcelles-Cormondrèche, [1994]

Suggerimento di citazione

Kern, Gilliane: "Ralliement neuchâtelois", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 02.08.2010(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/011359/2010-08-02/, consultato il 21.10.2020.