de fr it

Chiesa neoapostolica

La Chiesa neoapostolica nacque in Germania nel 1863 a seguito di una scissione della Chiesa catt.-apostolica o irvingiana, fondata nel 1832 in Inghilterra da Henry Drummond (1786-1860) ed Edward Irving (1792-1834). Entrambe le sette pongono l'accento sulla missione degli apostoli e sulla preparazione dei credenti alla prima resurrezione di Gesù, distinta dal giudizio universale. La Chiesa neoapostolica si insediò a Zurigo (1894), Basilea (1896), Zofingen (1897), Berna (1906), Ginevra (1909), Bienne (1910). Contava 3650 adepti nel 1919, 35'000 nel 2000, suddivisi in 235 comunità che nel 1958 assunsero ufficialmente il nome di Chiesa neoapostolica sviz. Dal 1975 Zurigo è la sede mondiale della Chiesa neoapostolica, retta da un apostolo patriarca e da un collegio di apostoli. La Chiesa catt.-apostolica, che già nel XIX sec. rinunciò a nominare nuovi apostoli e per questo motivo sta scomparendo, fino al 1964 ha avuto un luogo di culto a Losanna.

Riferimenti bibliografici

  • J. Robert, Catholiques-apostoliques et néo-apostoliques, 1960
  • Des apôtres et un évangile vivants: les cent ans de l'Eglise néo-apostolique en Suisse, 1995