de fr it

HermannAellen

24.5.1887 Oberbalm, 26.9.1939 Minusio, rif., di Saanen. Figlio di Robert e di Elisabeth Krebs. (1908) Irma Elisabeth Loni, figlia di Louis Lucien. Frequentò la scuola tecnica a Bienne e studiò storia e letteratura a Berna. Redattore presso l'Oberländer Tagblatt a Thun (1908-11), il Brugger Tagblatt a Brugg (1911-12) e la Tessiner Zeitung a Locarno (1913), subentrò poi a Rudolf von Tavel alla redazione del Berner Tagblatt (1915-19). Nel 1921 fondò il giornale Südschweiz, di cui fu a due riprese redattore (1921-23 e 1935-39); dal 1929 si occupò anche delle pagine culturali della Neue Berner Zeitung. Cofondatore della Soc. sviz. degli scrittori (1912), fu curatore dello Schweizer Schriftstellerlexikon (1918) e dello Schweizerisches Zeitgenossen-Lexikon (1920-23).

Influenzato dal romanziere Heinrich Federer, al quale nel 1916 dedicò una biografia, nelle sue opere mostra una predilezione per temi nazionali di carattere storico (D'Chappeler Buebe, 1922; Baschi Rusch, 1934) o legati all'attualità (Grenzwachtzeit, 1915, in collaborazione con Ulrich Amstutz; Hauptmann Heizman, 1925). La sua produzione letteraria è caratterizzata da una critica del progresso di impronta romantica (Heimatsucher, 1935; Aufbruch im Schlatt, 1936) e dalla nostalgia del sud (Rote und weisse Kamelien, 1926). Sulla stampa ticinese A. si fece portavoce di una riconciliazione tra Svizzera it. e Svizzera ted., concepita nello spirito patriottico della Difesa spirituale.

Riferimenti bibliografici

  • F. Schongauer, H. Aellen, 1930
  • G. Gamper, H. Aellen, 1937
  • Kosch, Deutsches Literatur-Lex., 1, 34 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 24.5.1887 ✝︎ 26.9.1939