de fr it

LaBonneville

Borgata scomparsa, comune di Val-de-Ruz (NE); le rovine, situate sul territorio dell'ex comune di Engollon, sono ancora visibili sotto la vegetazione e si dispiegano su una superficie di 200 x 80 m. La B. (detta anche Neuveville o Villeneuve) venne creata nel XIII sec. dai d'Aarberg, signori di Valangin, al fine di attirare i coloni; era protetta da due cinture di argini di terra e contornata da fossati. Il 12.12.1295, i signori di Valangin, che contestavano la signoria dei conti de Neuchâtel, donarono come libero allodio La B. al vescovo di Basilea e la ripresero in feudo. L'atto venne completato il 6.1.1296 con la donazione del castello di Valangin; la ripresa in feudo era prevista per il 1299. Il conte Rodolphe IV de Neuchâtel, ritenendosi danneggiato, intraprese una spedizione il 28.2.1296; le truppe combatterono vicino a Coffrane e i signori di Valangin vennero sconfitti e fatti prigionieri. Un nuovo tentativo da parte del vescovo di Basilea di controllare Valangin spinse Rodolphe IV alla conquista e alla distruzione di La B. (28.4.1301). Nel 1874 e nel 1883 furono effettuati degli scavi; a partire dal 1992 una prospezione sistematica portò alla luce oggetti agricoli, numerosi quadrelli di balestra e monete.

Riferimenti bibliografici

  • H. Miéville, «Une trouvaille monétaire à La Bonneville (commune d'Engollon, canton de Neuchâtel)», in MN, 1995, 137-158
  • J.-C. Rebetez, «1296: la bataille de Coffrane», in MN, 1996, 131-143