de fr it

EduardSchwyzer

15.2.1874 Zurigo, 3.5.1943 Berlino, rif., di Zurigo, dal 1932 cittadino ted. Figlio di Eduard Schweizer, ramaio, e di Sophie Ernst. Pronipote di Heinrich Schweizer. (1903) Anna Hedwig Bebié, figlia di Alfred, procuratore. Studiò filologia classica e linguistica comparata a Zurigo e Lipsia (1892-97), conseguendo il dottorato a Zurigo con Adolf Kägi (1897). Fu docente alla scuola cant. a Soletta (1897-98), redattore presso lo Schweizerisches Idiotikon a Zurigo (1898-1927), libero docente (1902), professore straordinario (1909) e ordinario (1912, quale successore di Kägi) di linguistica indogerm. comparata e sanscrito all'Univ. di Zurigo, ordinario a Bonn (1927-32) e titolare della cattedra di linguistica indogerm. comparata a Berlino (1932-43). Membro dell'Acc. prussiana delle scienze a Berlino (dal 1937) e membro onorario dell'Acc. di Atene, dopo l'uscita della sua Grammatik der Pergamenischen Inschriften (1898), pubblicata ancora con il nome Schweizer, cambiò il cognome in S. Venne insignito del dottorato h.c. dell'Univ. di Atene (1937).

Riferimenti bibliografici

  • Griechische Grammatik, 1, 1939; 2, a cura di A. Debrunner, 1950
  • Kleine Schriften, a cura di R. Schmitt, 1983 (con elenco delle op.)
  • M. Leumann, «E. Schwyzer», in Indogermanisches Jahrbuch, 27, 1948, 267-273
  • H.-R. Schwyzer, E. Schwyzer 1874-1943, 1951
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 15.2.1874 ✝︎ 3.5.1943