de fr it

AlbertEhrismann

20.9.1908 Zurigo, 10.2.1998 Zurigo, rif., di Zurigo. Figlio di Albert, magazziniere, e di Emma Suter, biancherista. Annelies Angehrn. Contabile di formazione, cominciò a scrivere nel 1929, quando rimase senza lavoro. Le sue prime pubblicazioni, la raccolta di liriche Lächeln auf dem Asphalt (1930) e il volume Schiffern und Kapitänen (1932), scritto durante un periodo di detenzione per obiezione di coscienza, riflettono la sua sensibilità sociale e umanitaria, e attestano la sua padronanza stilistica delle forme poetiche tradizionali e moderne. Nel 1934 fu tra i fondatori del Cabaret Cornichon. Dal 1952 pubblicò sul Nebelspalter poesie di critica sociale molto apprezzate. Per esigenze finanziarie lavorò anche nel settore pubblicitario. Come pochi poeti della sua generazione, E. seppe restare fedele a una produzione tematicamente attuale e formalmente innovativa, anche dopo l'epoca della difesa spirituale. Nel 1978 fu insignito del premio letterario della città di Zurigo.

Riferimenti bibliografici

  • Der neue Kolumbus, 1939
  • Der letzte Brief, 1948
  • Ein ganz gewöhnlicher Tag, 1954
  • Riesenrad der Sterne, 1960
  • Eine Art Bilanz, 1965
  • Gegen Ende des zweiten Jahrtausends, 1988
  • Der Bund, 7.3.1998 (suppl. culturale)
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 20.9.1908 ✝︎ 10.2.1998

Suggerimento di citazione

Linsmayer, Charles: "Ehrismann, Albert", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 26.08.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/011771/2004-08-26/, consultato il 26.11.2020.