de fr it

Marionette

Il teatro delle marionette o di figura è una forma di spettacolo appartenente al Teatro di animazione in cui gli attori viventi sono sostituiti da pupazzi o altri oggetti mobili. Le figure utilizzate possono essere plastiche (marionetta, burattino animato da una mano o fissato a un bastone) o bidimensionali, mobili o immobili (ombre cinesi, teatro di carta). Il teatro delle marionette si caratterizzò fino alla fine del XIX sec. per le farse arlecchinesche e i soggetti popolari, nel XX sec. per i Singspiele, le favole, i drammi letterari e le performance visuali-associative talvolta prive di trama. Nel moderno teatro delle marionette spesso un attore si pone come antagonista a una figura. La base pedagogica del teatro contemporaneo è costituita dalle improvvisazioni, che coinvolgono attivamente il pubblico infantile nello spettacolo, stimolando una presa di posizione nei confronti dello svolgimento dell'azione scenica.

Teatro di burattini sotto i portici a Berna attorno al 1800; disegno a inchiostro di china realizzato da Gottfried Mind (Burgerbibliothek Bern).
Teatro di burattini sotto i portici a Berna attorno al 1800; disegno a inchiostro di china realizzato da Gottfried Mind (Burgerbibliothek Bern).

Il primo marionettista sviz. di una certa notorietà fu probabilmente Heinrich Wirre di Soletta (attestato dal 1558 al 1570). Verso la fine della guerra dei Trent'anni, dopo la chiusura di tutti i teatri inglesi (1642), gli attori si rifugiarono sul continente, dove in qualità di marionettisti portarono in scena tra l'altro alcuni classici del teatro inglese. Dal XVII alla fine del XIX sec. in Svizzera numerosi attori ambulanti, sia stranieri sia locali, organizzarono durante le fiere spettacoli con burattini, marionette, figure d'ombra o a grandezza naturale.

Un vero e proprio movimento sviz. delle marionette si formò solo nel XX sec. Nel 1903 il commerciante Hermann Scherrer, ispirandosi al modello monacense di Joseph Schmid (papà Schmid), creò il Teatro delle marionette di San Gallo (attivo fino al 1943), il primo palcoscenico stabile in Svizzera. Nel 1918 Alfred Altherr, stimolato dalla mostra sul teatro presentata a Zurigo nel 1914, fondò il Teatro sviz. delle marionette, che fino al 1935 ebbe sede presso la scuola di arti applicate a Zurigo. Le messe in scena del Re Cervo di Carlo Gozzi, con marionette create da Sophie Taeuber-Arp, e della Scatola dei giocattoli di Claude Debussy, con pupazzi ideati da Otto Morach, sono ricordate nella storia dell'arte come le prime rappresentazioni con marionette astratte.

Friedrich Dürrenmatt collaborò nel 1947 al Teatro delle marionette di Festi-Ligerz (1927-47), creato da Fernand ed Elsi Giauque. Nel 1929 Marcelle Moynier fondò le Marionette di Ginevra. Il Teatro delle marionette di Ascona (1937-60), diretto da Jakob Flach, si avvalse, tra l'altro, della collaborazione degli artisti del Monte Verità. Lo scrittore Rudolf Jakob Humm diresse con il figlio un teatro delle marionette a Zurigo (1940-46). Le Marionette di Zurigo (1942-60) furono create da Wilhelm Zimmermann in sostituzione del Teatro sviz. delle marionette.

Nella seconda metà del XX sec. furono aperti molti teatri professionali di marionette. Nel 1943 Richard Koelner fondò il Teatro delle marionette di Basilea. Il Cabaret delle marionette di Fred Schneckenburger (1947-66) influenzò in modo determinante il moderno teatro sperimentale delle marionette. Nel 1968 Monika Demenga diede vita al Teatro delle marionette di Berna. Nel 1969 Michel e Michèle Poletti fondarono a Lugano la compagnia Teatro Antonin Artaud, che nel 1979 creò il Festival intern. delle marionette (fino al 1998, nuova edizione dal 2003). Nel 1970 a Neuchâtel nacque il Teatro della Poudrière (inizialmente amatoriale), che dal 1985 organizza con scadenza biennale il Festival intern. delle marionette, cui partecipano artisti di rilievo mondiale. Nel 1984 Peter Matthias Born e Hana Ribi fondarono a Zurigo, in collaborazione con le autorità com., il Teatro delle marionette di Zurigo (oggi Teatro di Stadelhofen). Il Teatro dei Fauni, diretto da Santuzza Oberholzer, nacque nel 1986 a Locarno allo scopo di promuovere nella Svizzera it. il teatro di figura professionale; dal 1998 la sua programmazione è arricchita dal Festival intern. di teatro con figure "Il castello incantato", organizzato annualmente. L'Ass. sviz. del teatro di marionette, creata nel 1959, si unì nel 1972 all'Unione intern. della marionetta (Unima). L'Unima Suisse, che conta tra i suoi membri ca. 50 teatri professionali, pubblica la rivista Figura (in franc. e ted.).

Riferimenti bibliografici

  • APriv Hana Ribi, Zurigo
  • U. Bissegger, Puppentheater in der Schweiz, 1978
  • H. R. Purschke, Über das Puppenspiel und seine Geschichte, 1983
  • V. Falchetto, Marionette di Ascona 1937-1960, 1985
  • Il teatro dei pupi in Svizzera, cat. mostra Winterthur e Bulle, 1986
  • Fred Schneckenburgers Puppencabaret, cat. mostra Zurigo, 1991
  • DTS

Suggerimento di citazione

Ribi, Hana: "Marionette", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 03.07.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/011896/2008-07-03/, consultato il 06.12.2020.