de fr it

WilhelmKönig

16.2.1834 Berna, 29.3.1891 Brugg (suicida), rif., di Berna. Figlio di Wilhelm, avvocato, e di Caecilia Rosina von Sinner. (1868) Maria Margaritha Meier, figlia di Peter, di Freienstein-Teufen. Interrotti gli studi, trascorse alcuni anni all'estero, affermandosi come letterato e giornalista, e ottenne infine un posto da impiegato di cancelleria nel Dip. fed. di giustizia. In piccole pubblicazioni su temi locali bernesi si propose al pubblico con lo pseudonimo di "Dr. Bäri". Le sue prese di posizione sulla politica com. di Berna suscitarono reazioni contrapposte, spec. quando durante il cosiddetto Burgersturm (1883-84) si espresse in maniera critica contro il mantenimento del com. patriziale autonomo. Nel 1886 pubblicò sette numeri del Mess- und Märitblatt der Stadt Bern, precursore dei futuri fogli satirici diffusi durante il mercato delle cipolle. Cittadino bernese non conformista, si oppose sia ai conservatori del com. patriziale sia al movimento socialista. Fu uno dei primi esponenti della letteratura in dialetto bernese.

Riferimenti bibliografici

  • O dä Säubueb!, a cura di F. de Capitani, 1986
  • E. König, 400 Jahre Bernburgerfamilie König, 1968
  • E. König, «Die Bärenwärter König und der Literat Dr. Bäri», in BZGH, 30, 1968, 47-54
  • P. Jordan, «Dr. Bäri», in Der Essenwurm, 1986, n. 3, 4-6; 1987, n. 4, 6 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 16.2.1834 ✝︎ 29.3.1891