de fr it

Cécile InesLoos

4.2.1883 Basilea, 21.1.1959 Basilea, rif., di Basilea. Figlia di Christian Bernhard e di Sara Charlotte Stuckert. Nubile. Cresciuta presso la fam. di librai Langlois a Burgdorf (dal 1885) e all'orfanotrofio Viktoria a Wabern (1893-99), nel 1902 ottenne il diploma di maestra d'asilo; in seguito fu governante a Ohringen e Birmingham. Nel 1910 cadde in una profonda crisi esistenziale che cominciò a superare dal 1921 a Basilea, dove fu cameriera, segr. e infine scrittrice indipendente. In Germania pubblicò con successo i suoi primi romanzi, Matka Boska (1929) e Die Rätsel der Turandot (1931), ma nel 1933 perse il suo editore ted. e fino alla morte visse in condizioni sociali precarie. Fino al 1951 fu autrice di altri sette romanzi, tra cui Un velo d'oro da sposa, sul tema del matrimonio (1942, prima traduzione in it. nel 2003), che insieme a La morte e la bambola (1939, prima traduzione in it. nel 2001) segnò l'apogeo della sua incisiva arte narrativa, ricca di associazioni, ma nel contempo sobria.

Riferimenti bibliografici

  • Verzauberte Welt, a cura di C. Linsmayer, 1985 (19912, con bibl.)
  • Un velo d'oro da sposa, 2003 (con postfazione biografica di C. Linsmayer)
  • E. Bartlin, C. I. Loos, 1968
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 4.2.1883 ✝︎ 21.1.1959