de fr it

HugoMarti

Lo scrittore intento a leggere; acquaforte con lumeggiature a puntasecca, firmata e datata 1939 da Fritz Pauli (Biblioteca nazionale svizzera).
Lo scrittore intento a leggere; acquaforte con lumeggiature a puntasecca, firmata e datata 1939 da Fritz Pauli (Biblioteca nazionale svizzera).

23.12.1893 Basilea, 20.4.1937 Davos, rif., di Aarwangen. Figlio di Emil, direttore della Banca cant. di Basilea Campagna e poi della Banca nazionale a Berna, e di Emma Brüderlin. Nipote di Karl (->) (1922) Elsa Lexow-Breck, figlia di un pastore rif., cittadina norvegese. Dopo gli studi di diritto a Berna (1912) e a Berlino e Königsberg (1913-14), nel 1915-16 lavorò come precettore in Romania; dal 1917 al 1919 rimase bloccato in Norvegia con i suoi allievi a causa della guerra. In seguito studiò germanistica e romanistica all'Univ. di Berna, conseguendo il dottorato nel 1921 con una tesi sulla lingua del Codice civile. Dal 1922 fu redattore delle pagine culturali del Bund, e in parallelo fu attivo in numerose org. culturali. Si distinse come brillante saggista e autore satirico (i suoi editoriali furono raccolti sotto il titolo Die Notizblätter von Bepp, 1925), oltre che come promotore di giovani scrittori. La sua opera letteraria, che mentre era in vita suscitò scarso interesse, nasce dalla conoscenza di paesaggi insoliti; essa comprende, oltre a un dramma (Die Herberge am Fluss, 1931) e a una raccolta di poesie (Der Kelch, 1925), soprattutto opere di narrativa. In Das Kirchlein zu den sieben Wundern (1922) M. traveste di tratti leggendari i luoghi basilesi, in Das Haus am Haff (1922) tratta della sua esperienza nella Prussia orientale, nelle novelle Rumänische Mädchen (1928) si rispecchia la sua vita di precettore nei Carpazi, mentre sia il poema epico Balder (1923) sia Ein Jahresring (1925) sono elaborazioni poetiche delle esperienze norvegesi; in Eine Kindheit (1936) rievoca infine l'infanzia e la giovinezza. Il suo Davoser Stundenbuch (1935), accolto dalla critica contemporanea come una «Montagna incantata in miniatura», rispecchia il mondo dei sanatori grigionesi, che M. conobbe sin dal 1928 e che fu fino alla morte il suo ambiente di vita.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo e documentazione presso Museo dei poeti e della città di Liestal
  • Fondo presso ASL
  • C. Günther, H. Marti, 1938
  • "Die Tage sind mir wie ein Traum": das erzählerische Werk, a cura di C. Linsmayer, 2004, 483-583
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Bepp (pseudonimo)
Dati biografici ∗︎ 23.12.1893 ✝︎ 20.4.1937

Suggerimento di citazione

Linsmayer, Charles: "Marti, Hugo", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 06.08.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/012095/2014-08-06/, consultato il 25.11.2020.