de fr it

JohannesMerz

Frontespizio della prima edizione, pubblicata a San Gallo nel 1826, delle sue poesie, composte nel dialetto di Herisau e dedicate alla vita in Appenzello e a San Gallo (Biblioteca nazionale svizzera).
Frontespizio della prima edizione, pubblicata a San Gallo nel 1826, delle sue poesie, composte nel dialetto di Herisau e dedicate alla vita in Appenzello e a San Gallo (Biblioteca nazionale svizzera).

25.10.1776 Herisau, 16.2.1840 Herisau, rif., di Herisau. Figlio di Daniel, titolare di un impianto di candeggiatura e Consigliere, e di Anna Barbara Zuberbühler. (1801) Anna Maria Tanner, figlia di Samuel, maestro artigiano. All'attività di incisore di matrici per lo stampaggio di tessuti, affiancò quella di poeta: traendo l'ispirazione da Johann Peter Hebel, M. fu l'iniziatore della poesia in dialetto appenzellese. Pubblicate con il titolo Des poetischen Appenzellers sämtliche Gedichte in seiner Landessprache (1826, 1836 terza edizione notevolmente ampliata con illustrazioni), le poesie di M. descrivono nel dialetto di Herisau (talvolta in esametri) soggetti dell'Appenzello e della città di San Gallo. La produzione lirica di M. ebbe vasto riscontro anche tra i germanisti, che attraverso la sua opera conobbero per la prima volta il dialetto appenzellese. M. fu pure autore di un elenco degli edifici di Herisau (1822) e di un dizionario geografico del cant. di Appenzello (1829).

Riferimenti bibliografici

  • S. Sonderegger, «Der Appenzeller Dialekt in Geschichte und Gegenwart», in AJb, 114, 1986, 3-69, spec. 14-25
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ≈︎ 25.10.1776 ✝︎ 16.2.1840