de fr it

Fontaine-André

Antica abbazia premonstratense situata nel territorio dell'attuale com. di Neuchâtel. Venne fondata prima del 1143 dai monaci di Corneux (Haute-Saône) sul sito di una sorgente dedicata a S. Andrea (fontana Andree, 1143). Mangold e Rodolphe de Neuchâtel la dotarono di possedimenti e conferirono ai suoi abati la piena giurisdizione su tutto il suo territorio. Distrutta da Enguerrand de Coucy nel 1375 durante la guerra dei Gugler, l'abbazia fu ricostruita verso il 1450. Alla vigilia della Riforma, il suo potere religioso e temporale si estendeva da Morat fino a La Lance e alla Val-de-Ruz, concentrandosi a Hauterive (NE), Saint-Blaise e nell'Entre-deux-Lacs. Dopo la morte nel 1539 dell'ultimo abate, Louis Colomb, le terre dell'abbazia vennero concesse dai conti de Neuchâtel a diversi fittavoli. Nel 1784 passarono in mano privata (alla fam. de Perregaux dal 1825 al 1954, poi alla congregazione dei fratelli delle scuole cristiane).

Riferimenti bibliografici

  • MAS NE, 2, 1963, 21-27
  • N. Backmund, Monasticon Praemonstratense, I/1, 19832, 458-460
  • J. Bujard, «Aperçu des découvertes archéologiques anciennes et récentes dans les églises neuchâteloises», in RHN, 1998, 253-255