de fr it

LaMaigrauge

Convento di monache cistercensi situato nel com. di Friburgo. Appartenente alla diocesi di Losanna, fu fondato nel 1255 (ted. Magerau) da un gruppo di donne guidate da Richinza. Fino al 1848 e dal 1963 il convento fu diretto dall'abate di Hauterive (ted. Altenryf). Nel 1901 aderì alla congregazione di Mehrerau, della comune (ossia moderata) osservanza. Il convento ha come patroni Maria e S. Giovanni Battista.

Nella seconda metà del XIII sec. la M. ricevette dotazioni dal conte Hartmann V von Kyburg, signore della città di Friburgo, nonché dai signori von Maggenberg, di Vivy e di Mettlen. Nel 1261 fu ammesso nell'ordine cistercense e subordinato a Hauterive. Nel 1284 fu consacrata la chiesa conventuale, che attorno alla metà del XIV sec. fu ristrutturata in stile gotico. Alla fine del XIV sec. furono realizzati gli stalli del coro, ancora oggi presenti. La vita spirituale della comunità nel XIV sec. è attestata da un S. Sepolcro (una bara apribile di legno dipinto con una figura lignea del Cristo morto di dimensioni quasi naturali). La maggior parte dei possedimenti acquisiti prima della fine del XV sec. era situata nel distr. della Sense; La M. era inoltre proprietario di vigneti nei dintorni dei laghi di Neuchâtel e Ginevra. Nel XV sec. il convento partecipò in misura crescente alla vita cittadina di Friburgo: dal 1424 è attestato un avogadro cittadino; nel 1457 fu stipulato con La M. un patto di comborghesia; su richiesta della città nel 1518 l'ordine visitò il convento e ne promosse la riforma. Nella prima metà del XVII sec. il padre confessore Guillaume Moënnat, abate di Hauterive, introdusse la stretta osservanza della regola, che prevedeva la clausura e l'astinenza perpetua. Dopo l'incendio del 1660 gli edifici medievali del convento vennero ristrutturati. Nel 1848 il governo radicale friburghese ne promosse la soppressione, ma nel 1857 La M. ottenne nuovamente l'autorizzazione ad accogliere novizie. Fin dall'incorporazione nell'ordine cistercense (1261) la responsabile del convento porta il titolo di badessa; inoltre sono attestate le cariche di priora, sottopriora e celleraria. Nel XVII sec. il convento raggiunse un numero massimo di 45 monache, provenienti da fam. signorili della città e dalla campagna di Friburgo. Un monaco di Hauterive era padre confessore e "direttore" di La M.

Riferimenti bibliografici

  • HS, III/3, 797-830
  • MAS FR, 2, 1956
  • V. Villiger, Ostergrab aus dem Kloster Magerau (Mitte 14. Jahrhundert), 1999
  • S. Gasser, «Die Zisterzienserinnenkirche in der Magerau», in RSAA, 58, 2001, 259-266
  • N. Delétra-Carreras, , L'Abbaye de la Maigrauge, 1255-2005, 2005