de fr it

Christoph HeinrichMüller

10.2.1740 Zurigo, 22.2.1807 Zurigo, rif., di Zurigo. Figlio di Johannes, trombettiere cittadino, e di Katharina Hess. Dopo gli studi di teol., dal 1763 lavorò come precettore privato; nel 1766 fu consacrato pastore. Lo stesso anno fu costretto a fuggire all'estero a causa di un suo scritto politico (Bauerngespräch) sui disordini di Ginevra. Dal 1767 al 1788 insegnò nelle scuole secondarie a Berlino. Revocato il bando nei suoi confronti (1772), nel 1788 fece ritorno a Zurigo. È noto soprattutto per le sue edizioni integrali di romanzi medievali e poesie, scoperti dal suo insegnante Johann Jakob Bodmer (1698-1783). Pubblicò la prima edizione del Canto dei Nibelunghi (1782) e scrisse anche opere letterarie (Der Dorfpfarrer, 1785).

Riferimenti bibliografici

  • Sammlung deutscher Gedichte aus dem XII., XIII. und XIV. Jahrhundert, 3 voll., 1782-1785
  • GKZ, 2, 397 sg.
  • C. König (a cura di), Internationales Germanistenlexikon 1800-1950, 2, 2003, 1278 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 10.2.1740 ✝︎ 22.2.1807

Suggerimento di citazione

Zeller, Rosmarie: "Müller, Christoph Heinrich", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 12.02.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/012167/2009-02-12/, consultato il 01.08.2021.