de fr it

Rodolphe II deNeuchâtel

Il conte de Neuchâtel rappresentato come Minnesänger con il suo stemma nel Codice di Manesse. Manoscritto illustrato realizzato tra il 1250 e il 1300 (Universitätsbibliothek Heidelberg, Cod. Pal. germ. 848, fol. 20r).
Il conte de Neuchâtel rappresentato come Minnesänger con il suo stemma nel Codice di Manesse. Manoscritto illustrato realizzato tra il 1250 e il 1300 (Universitätsbibliothek Heidelberg, Cod. Pal. germ. 848, fol. 20r). […]

Menzionato tra il 1158 e il 1192 ca., prima del 30.8.1196 . Figlio di Ulrich II, signore di Neuchâtel, e di Berthe de Granges. Fratello di Berthold (->) e di Ulrich III (->). una Comitissa. Detto anche di Fenis dal nome dell'omonima fortezza. Conte di Neuchâtel con suo fratello Ulrich, è conosciuto soprattutto come Minnesänger. Sono state tramandate 27 sue strofe (in otto, forse nove tonalità) nel canzoniere di Weingarten e nel Codice di Manesse (in entrambi è contenuto un ritratto stilizzato del poeta con blasone), e altre in forma parziale e anonima in ulteriori manoscritti di Lieder del XIV e XV secolo. Probabilmente bilingue, traspose in tedesco elementi formali e tematici della poesia cortese provenzale (Peire Vidal, Folquet de Marseille, Guiot de Provins), operando scelte stilistiche personali che privilegiavano la canzone lirica cortese (Minnekanzone), caratterizzata dalla musicalità.

Riferimenti bibliografici

  • R. von Fenis, a cura di O. Sayce, 1996
  • K. Ruh et al. (a cura di), Die deutsche Literatur des Mittelalters, 8, 1992, 345-351
  • AA. VV., R., comte de Neuchâtel et poète, 2006
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Schnyder, André: "Neuchâtel, Rodolphe II de", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 15.07.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/012229/2009-07-15/, consultato il 23.11.2020.