de fr it

MaxRychner

8.4.1897 Lichtensteig, 10.6.1965 Zurigo, rif., di Aarau. Figlio di Max, medico, e di Clara Heberlein. (1922) Elly Kaufmann. Studiò filologia classica e ted., storia e storia dell'arte a Berna e Zurigo. Fu redattore di Wissen und Leben (1922-31, dal 1926 Neue Schweizer Rundschau), redattore delle pagine culturali della Kölnische Zeitung (1931-33) e corrispondente della NZZ per la Germania a Colonia (1933-37). Diresse la sezione culturale del Bund (1937-39) e fu redattore (1939) e redattore delle pagine culturali (1943) del quotidiano Die Tat nonché direttore della Literarische Tat (1960-62). Conoscitore della letteratura intern., intrattenne rapporti personali ed epistolari con importanti scrittori del XX sec., quali Hugo von Hofmannsthal, Thomas Mann e Rainer Maria Rilke. Fu autore di poesie, aforismi (Lavinia oder Die Suche nach Worten, 1962) e spec. di numerose opere di critica letteraria. Membro dell'Acc. ted. di lingua e poesia a Darmstadt e dell'Acc. bavarese di belle arti, ricevette numerose onorificenze, tra cui il premio della Fondazione Schiller sviz. (1930), il premio Gottfried Keller della Fondazione Martin Bodmer (1957), nonché il premio letterario della città di Zurigo (1961) e, postumo, il premio Johann Heinrich Merck per la critica letteraria dell'Acc. ted. di lingua e poesia.

Riferimenti bibliografici

  • Archivio letterario ted., Marbach
  • Fondo parziale nel fondo Erwin Jaeckle presso ASL
  • W. Siebert, M. Rychner: Bibliographie, 1986
  • M. Rychner und Zürich zum Beispiel, cat. mostra Marbach am Neckar, 1987
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 8.4.1897 ✝︎ 10.6.1965