de fr it

AnnemarieSchwarzenbach

Annemarie Schwarzenbach (a sinistra) con Ella Maillart, seduta sul cofano della Ford DeLuxe nel maggio del 1939, poco prima della loro partenza per l'Afghanistan © KEYSTONE/Photopress.
Annemarie Schwarzenbach (a sinistra) con Ella Maillart, seduta sul cofano della Ford DeLuxe nel maggio del 1939, poco prima della loro partenza per l'Afghanistan © KEYSTONE/Photopress. […]

23.5.1908 Zurigo, 15.11.1942 Sils-Baselgia (Sils im Engadin/Segl), rif., di Thalwil. Figlia di Alfred Schwarzenbach, imprenditore, e di Marie Renée nata Wille. Abiatica di Ulrich Wille, generale dell'esercito. Sorella di Hans Robert Schwarzenbach, imprenditore. Cugina di James Schwarzenbach, autore e politico.(1935) Claude Achille Clarac, diplomatico francese. Annemarie Schwarzenbach studiò storia a Parigi e Zurigo, conseguendo il dottorato con una tesi sulla storia dell'Alta Engadina (1931). Viaggiò in Asia anteriore (1933-1934), Unione Sovietica e Stati Uniti (1936-1938) nonché in Congo (1941-1942). Assieme a Ella Maillart nel 1939 compì un viaggio in automobile in Afghanistan. Schwarzenbach ebbe rapporti tesi con la propria famiglia, che le rimproverava l'abuso di alcol e droghe, le relazioni omosessuali e l'impegno antinazista. Fu legata da una stretta amicizia a Klaus ed Erika Mann. Accanto a resoconti di viaggio e reportage fotografici, fu autrice di testi in prosa spesso di carattere autobiografico, in cui il linguaggio oggettivo moderno è alternato a monologhi lirici ed enfatici (Freunde um Bernhard, 1931; Sibylle, 1933; La valle felice, 1940). La sua opera letteraria fu riscoperta verso la fine degli anni 1980, nel contesto di una nuova edizione di La valle felice e la pubblicazione di testi inediti quali La gabbia dei falconi (1989), Morte in Persia (1995) e Flucht nach oben (1999).

Riferimenti bibliografici

  • Schwarzenbach, Annemarie: Freunde um Bernhard, 1931.
  • Schwarzenbach, Annemarie: La valle felice, 1998 (tedesco 1940, riedizione tedesca riveduta con postfazione biografica di Charles Linsmayer 1987).
  • Schwarzenbach, Annemarie: Morte in Persia, 1998 (tedesco 1995, con saggio di Roger Perret).
  • Schwarzenbach, Annemarie: Flucht nach oben, 1999 (con saggio di Roger Perret).
  • Schwarzenbach, Annemarie: Sibylle, 2002 (tedesco 1933).
  • Schwarzenbach, Annemarie: La gabbia dei falconi, 2007 (tedesco 1989, con postfazione di Roger Perret).
  • Georgiadou, Areti: La vita in pezzi. Una biografia di Annemarie Schwarzenbach, 1998 (tedesco 1995).
  • Decock, Sofie; Schaffers, Uta (a cura di): Inside out. Textorientierte Erkundungen des Werks von Annemarie Schwarzenbach, 2008. 
  • Miermont, Dominique Laure: Una terribile libertà. Ritratto di Annemarie Schwarzenbach, 2006 (francese 2004, 20122).
  • Carbone, Mirella (a cura di): Annemarie Schwarzenbach – Werk, Wirkung, KontextAkten der Tagung in Sils/Engadin vom 16. bis 19. Oktober 20082010 (con bibliografia).
Completato dalla redazione
  • Zimmer, Nina; Waldmeier, Martin: Aufbruch ohne Ziel. Annemarie Schwarzenbach als Fotografin, 2020 (catalogo mostra).
Link
Altri link
fotoCH
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Annemarie Clarac
Annemarie Clarac-Schwarzenbach
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 23.5.1908 ✝︎ 15.11.1942

Suggerimento di citazione

Elio Pellin: "Schwarzenbach, Annemarie", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.10.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/012274/2012-10-24/, consultato il 02.07.2022.