de fr it

JakobStutz

27.11.1801 Isikon (com. Hittnau), 14.5.1877 Bettswil (com. Bäretswil), rif., di Hittnau. Figlio di Hans, commerciante di cotone, e di Anna Weber. Dopo la scuola elementare, si formò con il pastore rif. Salomon Tobler, frequentò corsi per maestri ed entrò in contatto con circoli pietisti. Nel 1827 divenne insegnante all'ist. per ciechi e sordomuti di Zurigo, sotto la guida di Ignaz Thomas Scherr. Dal 1836 diresse una scuola privata a Schwellbrunn, dove mise in scena pièce teatrali da lui scritte (Winterabende in Schwellbrunn, due volumi, 1841), ma nel 1841 venne licenziato a causa delle sue inclinazioni alla pedofilia. Nel 1842 si stabilì in un eremo a Sternenberg, dove si circondò di giovani, tra cui Jakob Senn e Jakob Messikommer, e fondò una biblioteca e una Cassa di risparmio. Accusato di omosessualità, nel 1856 fu espulso dal cant. Zurigo. Visse grazie alle attività di precettore e regista di produzioni teatrali di paese, finché nel 1867 sua nipote Margaretha Walder lo accolse a Bettswil. Dopo le prime ballate popolari (dal 1818), dal 1829 pubblicò dialoghi in dialetto nello Zürcher Kalender e nel 1831 la prima delle sei raccolte di successo intitolate Gemälde aus dem Volksleben […] in gereimten Gesprächen Zürcherischer Mundart. In una prospettiva didattica mise in risalto i lati oscuri della vita rurale, criticando la visione idilliaca trasmessa dalla poesia dialettale dell'epoca. Il valore documentario dei suoi Gemälde, in cui descrive tra l'altro l'incendio di Uster (terza raccolta, 1836), e della sua autobiografia (1853) risiede anche nel fatto che, in ragione della sua istruzione rudimentale e delle condizioni di vita precarie, S. non perse mai il contatto con la mentalità popolare.

Riferimenti bibliografici

  • Tagebücher 1827-1831, a cura di D. Meili, 1976
  • Siebenmal sieben Jahre aus meinem Leben, 2001 (con bibl. ed elenco delle op.)
  • E. Bucher, «Ein sozio-ökonomisches und ein politisches Kapitel aus der Regeneration», in RSS, 32, 1982, 5-124
  • J. Stutz 1801-1877, 2001
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 27.11.1801 ✝︎ 14.5.1877

Suggerimento di citazione

Haas, Walter: "Stutz, Jakob", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 20.07.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/012335/2012-07-20/, consultato il 24.10.2021.