de fr it

MargareteSusman

14.10.1872 Amburgo, 16.1.1966 Zurigo, isr., cittadina ted. Figlia di Adolph, commerciante, e di Jenni Katzenstein. (1906) Eduard von Bendemann, pittore e storico dell'arte (divorzio nel 1928). Dopo le scuole a Zurigo, studiò pittura a Düsseldorf e Parigi (dal 1894) e poi filosofia a Monaco di Baviera e Berlino, tra l'altro con Georg Simmel. Corrispondente letteraria della Frankfurter Zeitung (1907-32), visse a Rüschlikon (1912-18) e poi in Germania. Emigrata a Zurigo (1933), fece parte della cerchia attorno a Leonhard Ragaz, alla cui rivista Neue Wege collaborò dal 1935 (talvolta con lo pseudonimo Reiner). Si distinse inizialmente come poetessa e poi soprattutto come autrice di saggi di filosofia della religione. Nella sua opera si occupò in particolare del tema dell'amore, attraverso cui sarebbero stati superati i contrasti tra le culture cristiana e giudaica. Nel 1959 fu insignita del dottorato h.c. della Libera Univ. di Berlino.

Riferimenti bibliografici

  • Ich habe viele Leben gelebt, 1964
  • M. Steer, "… da zeigte sich: der Mann hatte ihr keine Welt mehr anzubieten", 2001
  • S. Schöll, M. Susman (1872-1966), mem. lic. Lucerna, 2004
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 14.10.1872 ✝︎ 16.1.1966

Suggerimento di citazione

Ingrid Bigler-Marschall: "Susman, Margarete", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 11.09.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/012338/2012-09-11/, consultato il 01.12.2022.