de fr it

AlbinZollinger

24.1.1895 Zurigo, 7.11.1941 Zurigo, rif., di Gossau (ZH). Figlio di Alfred, meccanico, e di Rosa Ida Affeltranger. 1) (1927) Heidi Senn, figlia di Walter, proprietario di una tipografia; 2) (1940) Bertha Fay, cameriera. Dopo l'infanzia a Rüti (ZH) e un periodo in Argentina (1903-07), frequentò le scuole a Rüti, poi la scuola magistrale cant. a Küsnacht (ZH, 1912-16). Supplente in diverse località, dal 1923 fu maestro di scuola elementare a Oerlikon e parallelamente scrittore e pubblicista. La pubblicazione del racconto breve Die Gemäldegalerie (1914) nella rivista Die Schweiz (1919) gli aprì le porte delle pagine culturali sulla stampa. Nel 1922 uscì il suo primo romanzo (Die Gärten des Königs), seguito da altri, d'ispirazione autobiografica, come Der halbe Mensch (1929), Die grosse Unruhe (1939) e Pfannenstiel (1940). Nei romanzi Z. intreccia le sue avventure interiori con i minacciosi avvenimenti del tempo, mentre nelle poesie (tra cui Sternfrühe, 1936, e Stille des Herbstes, 1939), particolarmente apprezzate dai contemporanei, affronta temi più universali. Dopo il divorzio (1935) visse per qualche tempo a Zurigo, nella casa Rabenhaus di Rudolf Jakob Humm. Fu redattore della rivista Die Zeit (1936-37) e quale pubblicista, ad esempio per Die Nation, si occupò criticamente di questioni di attualità. Lacerato nell'animo, combattuto tra la necessità di guadagnarsi da vivere e la vocazione artistica, si sentì incompreso e, in quanto scrittore sviz., escluso dal mercato editoriale ted. Cronista dell'angusta realtà sviz., l'opera di Z. influenzò la successiva generazione di scrittori. Max Frisch gli rese omaggio nel suo Diario d'antepace, 1946-1949 (1950).

Riferimenti bibliografici

  • Werke, 7 voll., 1981-1987
  • Fondo presso ZBZ
  • P. Haefliger, Der Dichter A. Zollinger, 1895-1941, 1954
  • I. Scheffler, A. Zollinger, Max Frisch und Friedrich Dürrenmatt als Publizisten und ihr Verhältnis zu den Medien, 1986
  • I. Chopin, A. Zollinger: entre politique et poésie (1933-1939), 2000
  • M. Górecka, Tendenzen der Innerlichkeit in der Deutschschweizer Literatur der Zwischenkriegszeit, 2006
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 24.1.1895 ✝︎ 7.11.1941

Suggerimento di citazione

Bigler-Marschall, Ingrid: "Zollinger, Albin", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.02.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/012428/2014-02-24/, consultato il 28.10.2020.