de fr it

Cristianasanta

Secondo la leggenda, S. Cristiana fu compagna di S. Orsola (IV sec.), morì durante il viaggio di ritorno da Roma e fu sepolta sul monte Dinkelberg (com. Bettingen), 7 km a est di Basilea. La cappella posta sotto il suo patronato, menz. dal XIV sec., è meta di pellegrinaggi regionali. Verso il 1494 Sebastian Brant compose in onore di S. Cristiana uno dei suoi Carmina. Il 17.6.1504 il cardinale Raymond Peraudi procedette alla riesumazione e alla traslazione delle sue spoglie; è festeggiata il 16 giugno.

Riferimenti bibliografici

  • F. Maurer-Kuhn, Sankt Chrischona bei Basel, ehemalige Wallfahrtskirche ob Bettingen, 1978 (con bibl.)
  • E. Richter, «Starb die heilige Christiana zwischen Grenzach und Wyhlen?», in Beiträge zur Heimatgeschichte, Verein für Heimatgeschichte Grenzach-Wyhlen, 5, 1987, 29-31
  • LThK, 2, 19943, 1099 (con bibl.)
Scheda informativa
Variante/i
Santa Chrischona
Santa Cristina

Suggerimento di citazione

Jurot, Romain: "Cristiana (santa)", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 29.12.2003(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/012550/2003-12-29/, consultato il 17.01.2021.