de fr it

Costanzo

Vescovo di Coira nel 773 ca., C. è menz. unicamente in un documento con cui Carlomagno lo confermò rettore della Rezia curiense e ribadì l'ordinamento giur. della stessa; esso poneva inoltre i suoi ab. sotto la protezione del re, a patto che questi gli rimanessero fedeli. Come i suoi predecessori, C. deteneva dunque sulla Rezia curiense sia il potere secolare sia quello religioso. Il documento rappresentava un primo passo intrapreso da Carlomagno per integrare in maniera più rigorosa la Rezia nel regno franco. C. è probabilmente il vescovo di Coira che l'abate di Murbach accusò di furto in una lettera indirizzata a Carlomagno.

Riferimenti bibliografici

  • HS, I/1, 470
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
VIAF