de fr it

Heinrich vonMandach

Menz. la prima volta nel 1496 quale monaco del convento benedettino di Rheinau, 25.2.1529 Rheinau. Figlio di Heinrich (del ramo della fam. di ministeriali residente a Rheinau) e di Ursula von Rümlang. Eletto abate del convento di Rheinau (1498), dopo la guerra di Svevia (1499) fu alle dipendenze di re Massimiliano I come uomo di collegamento con i Conf. Invocò spesso la mediazione di questi ultimi per dissidi relativi a beni, tra l'altro contro il vescovo di Costanza Hugo von Hohenlandenberg (1501), suo cugino. Fece costruire nuovi edifici conventuali, tra cui la porta d'entrata ancora esistente; si sono conservati anche tre grandi antifonari, cinque campane e il suo libro di preghiere personale. Nel 1521 aderì con il convento alla confraternita dei SS. Felice e Regula (fondata a Rheinau). Durante la Riforma M. e il convento rimasero catt.

Riferimenti bibliografici

  • R. Henggeler, Professbuch der Benediktinerabteien Pfäfers, Rheinau [und] Fischingen, 1933, 215 sg.
  • HS, III/1, 1148 sg.
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1496 ✝︎ 25.2.1529