de fr it

Rudolf vonLiebegg

ca. 1275, luglio 1332 . Figlio di Arnold, cavaliere. Attestato negli anni 1294-1301 all'Univ. di Bologna, conseguì il titolo di magister artium. Fu canonico a Beromünster (1304), scolastico (1305), poi beneficiato a Inwil e cantore a Zofingen (1309). Nel 1318 ottenne una dispensa dall'obbligo di residenza e intraprese studi di diritto canonico ad Avignone. Dal 1320 fu canonico del duomo di Costanza e dal 1321 preposito di Bischofszell. Sovente fu chiamato ad assumere il ruolo di arbitro. Nel 1321 ricevette dal papa l'incarico di regolare l'assegnazione di un beneficio. Del periodo trascorso a Beromünster si sono conservati dei motti in versi scritti da L. per la distribuzione dei pani nel coro (i cosiddetti Singbrote). Al medesimo periodo risale una poesia sull'assassinio di Alberto I di 34 versi in esametri leonini, composta poco dopo la morte del re. Negli anni 1311-23 scrisse la sua opera principale, il Pastorale novellum de sacramentis et aliis traditionibus ecclesiasticis, in sei libri e 8723 esametri. Poema di carattere didascalico destinato agli aspiranti preti, il Pastorale riassume tutte le conoscenze in ambito canonico e teol. dell'epoca, ponendole in relazione ai sette sacramenti. Nel XIV e XV sec. fu un libro di testo ampiamente diffuso.

Riferimenti bibliografici

  • Rudolfi de Liebegg pastorale novellum, a cura di A. Orbán, 1982
  • S. Stelling-Michaud, Les juristes suisses à Bologne (1255-1330), 1960
  • H. Büchler-Mattmann, Das Stift Beromünster im Spätmittelalter 1313-1500, 1976
  • HS, II/2, 228
  • VL, 8, 360-364
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF