de fr it

Patecho

il 4.12 dell'872, 873 o 874 . È attestato unicamente nella lista dei vescovi di Costanza (XII sec.), il cosiddetto catalogo di Zwiefalten, come diretto successore di Salomon I; il suo episcopato sarebbe quindi iniziato nell'871. Si tratta probabilmente dello stesso P. menz. nella lista di canonici del duomo di Costanza, registrata nell'820 ca. nel libro della confraternita di Reichenau.

Riferimenti bibliografici

  • HS, I/2, 251
  • Germania Sacra, n.s., 42, 1, 2003, 79 sg.

Suggerimento di citazione

Maurer, Helmut: "Patecho", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 13.04.2016(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/012874/2016-04-13/, consultato il 24.01.2021.