de fr it

JacquesProvana

prima del 3.4.1450 (data della menz. del nuovo vicario generale dell'abbazia di Payerne). Discendente da una fam. di banchieri di Carignano (a sud di Torino), che grazie a legami matrimoniali deteneva il visdominato di Moudon dal 1386. Nel 1417 ottenne dall'abate del monastero benedettino di Molesme il priorato di Saint-Sulpice sul lago di Ginevra, che detenne fino al 1450. Nel documento P. è indicato come monaco di Molesme. Fu poi magister hospicii di Giorgio di Saluzzo, vescovo di Losanna. L'antipapa Felice V, dal 1445 amministratore dell'abbazia di Payerne, lo nominò vicario generale dell'abbazia il 13.9.1445.

Riferimenti bibliografici

  • HS, III/1, 1482 sg.