de fr it

Faucigny

Regione franc. che comprende i bacini idrografici dell'Arve e del Giffre. Fra tutte le province del ducato di Savoia, il F. fu quella che ebbe i legami più stretti con Ginevra. Dall'XI sec. sono attestati i signori di F., che nel ME diedero due vescovi a Ginevra e uno a Losanna. Alla morte di Beatrice, signora del F. dal 1268 al 1304, la baronia passò ai delfini di Vienne, poi, nel 1349, alla Francia. Con il trattato di Parigi del 1355 fu ceduta da Giovanni II il Buono, re di Francia, ad Amedeo VI in cambio dei possedimenti savoiardi nel Viennois; da quel momento il F. e le sue capitali, Cluses e poi Bonneville, condivisero il destino degli Stati della Savoia. Territorio di città franche e di grandi abbazie, risparmiato dai Bernesi nel 1536, fu parzialmente invaso e saccheggiato durante la guerra tra Ginevra e la Savoia nel 1589. L'attrazione economica esercitata da Ginevra sul F., che ne è il retroterra naturale, fu sempre molto forte: con il turismo e l'alpinismo, sulle orme di de Saussure, sin dall'età dei Lumi, con l'orologeria da prima del 1914. Nel 1860 una petizione a favore dell'annessione alla Svizzera raccolse 7606 firme in 60 com.

Riferimenti bibliografici

  • H. Baud, J. Y. Mariotte, Le Faucigny, 1980
Link
Controllo di autorità
GND