de fr it

GuichardTavel

Menz. la prima volta nel 1335, 8.8.1375 Sion, di Ginevra. Figlio di Guy, signore di Granges (VS). Studiò diritto. Entrò al servizio del conte Aimone di Savoia, di cui divenne consulente giur. e cancelliere (1337) e che accompagnò nei suoi viaggi (1338-41). Canonico del capitolo cattedrale di Ginevra (1338), nel 1342 fu nominato vescovo di Sion da papa Clemente VI (consacrato nel 1343). Il suo atteggiamento filosavoiardo causò conflitti con il capitolo cattedrale di Sion per il diritto di cancelleria e l'immunità della fortezza di Valère (sede del capitolo cattedrale), con la città di Sion e con le decanie vallesane. La situazione peggiorò ulteriormente dopo l'affare dell'aggressione al commerciante Palmeron Turchi (1346-47). I disordini del 1349 sfociarono in una guerra civile, provocata tra l'altro dal conflitto tra T. e Pierre de la Tour, che terminò temporaneamente nel 1352 con la distruzione di Sion da parte del conte Amedeo VI di Savoia. L'intervento di re Carlo IV a favore delle decanie (1354-55) e la nomina di rettori in Vallese palesarono la fragilità del dominio savoiardo. Dopo aver concluso un trattato di pace nel 1360, nel 1361 Amedeo VI rinunciò ai suoi diritti sui beni vescovili in Vallese. Rimasto quindi solo di fronte alle decanie, T. fu imprigionato a Ernen (1361-62). Dopo la ripresa dei tumulti dal 1364, nel 1370 si giunse alla pace tra T. e Antoine de la Tour; nel frattempo le decanie, per contrastare le aspirazioni di potere dei baroni de la Tour, erano passate dalla parte del vescovo. Quando T. nel 1372-74 non sostenne attivamente la politica di papa Gregorio XI contro Milano, fu assassinato nella fortezza di Seta da Antoine de la Tour e dalla sua gente. In seguito le decanie cacciarono i baroni de la Tour dal Vallese e confiscarono i loro possedimenti. Nel 1346, 1347 e 1370 T. promulgò statuti sinodali. Nel 1373 acquistò la torre della Majorie a Sion e ne fece la residenza vescovile (castello della Majorie).

Riferimenti bibliografici

  • V. van Berchem, «G. Tavel, Evêque de Sion, 1342-1375», in JSG, 24, 1899, 27-397
  • HS, I/5, 184-188
Scheda informativa
Variante/i
Witschard Tavelli
Dati biografici Prima menzione 1335 ✝︎ 8.8.1375