de fr it

Wolvene

Menz. l'ultima volta fra agosto e dicembre dell'877/878, il 23 dicembre probabilmente dell'878, nell'abbazia di Rheinau. Fu parente del conte Wulfinus di Verona (prima dell'833). Nell'852, attraverso Ludovico il Germanico, W. donò i suoi beni in Turgovia al convento di Rheinau, che il re gli concesse a vita nell'858. W. è considerato il principale fondatore del monastero, di cui fu probabilmente l'abate laico. Nell'855 portò a Rheinau da Roma le reliquie di S. Biagio. Nell'871 fece dono di un'ulteriore proprietà al convento.

Riferimenti bibliografici

  • HS, III/1, 1124 sg.