de fr it

Dürmenach

Com. del Dip. franc. dell'Haut-Rhin, situato sulle rive dell'Ill; (1187: Terminachum, in seguito Dirmenach). Pop: 774 ab. nel 1789, 1147 nel 1851, 894 nel 1982, 899 nel 2004. Appartenente alla contea di Ferrette dal XIV sec., D. fu feudo dei von Flachslanden fino alla Rivoluzione franc. e nel 1790 venne annesso al cant. franc. Ferrette. Nel 1354 e nel 1445 fu saccheggiato dalle truppe basilesi. In seguito alla forte crescita della pop. ebraica a partire dalla metà del XVIII sec. (340 ab. nel 1784, 450 nel 1807, 547 nel 1851), a D. fu istituito un ufficio del rabbinato (1802-84). Grazie al commercio di bestiame e cereali svolto dagli ebrei, nel XVIII sec. D. si trasformò in un centro di commercio. L'antisemitismo della pop. cristiana, in alcuni casi molto forte, soprattutto fra gli agricoltori e gli artigiani, sfociò nel cosiddetto Judenrumpel (1848): nell'arco di cinque giorni furono distrutte 75 abitazioni di ebrei. Gran parte della pop. ebraica si rifugiò temporaneamente a Basilea. Nonostante il notevole calo demografico verificatosi tra il 1850 e il 1945 (emigrazione e persecuzione degli ebrei, solo 138 ab. ebrei nel 1905), D. rimase un importante mercato. Alla fine del XX sec., ca. il 70% dei lavoratori di D. erano attivi fuori del com., e di questi la metà in Svizzera (spec. a Basilea e dintorni).

Riferimenti bibliografici

  • Encyclopédie de l'Alsace, 5, 1984
  • M. Rothé, M. Warschawski, Les synagogues d'Alsace et leur histoire, 1992
Link
Controllo di autorità
GND