de fr it

Elisabeth vonWetzikon

Miniature relative a Johannes Hadlaub tratte dal Codice di Manesse. Pergamena (35 x 25 cm), 1325-1330 ca. (Universitätsbibliothek Heidelberg, Cod. Pal. germ. 848, fol. 371r).
Miniature relative a Johannes Hadlaub tratte dal Codice di Manesse. Pergamena (35 x 25 cm), 1325-1330 ca. (Universitätsbibliothek Heidelberg, Cod. Pal. germ. 848, fol. 371r). […]

ca. 1235, 16.3.1298 Zurigo, nel Fraumünster di Zurigo. Presumibilmente figlia del barone Ulrich von Wetzikon e di una baronessa von Kempten. Elisabeth von Wetzikon fu nominata badessa del Fraumünster di Zurigo in un'elezione controversa nel 1270. Portò il titolo di principessa dell'Impero e detenne i diritti di signora della città. Promosse la costruzione dell'imponente navata trasversale, in cui nel 1272 fece erigere un nuovo monumento funebre per Hildegard e Berta, prime badesse del Fraumünster. Dedita alla lirica cortese (Minnesang), nel 1274 Elisabeth von Wetzikon accolse re Rodolfo I. Nel 1272 e 1290 conferì ad alcuni cittadini di Zurigo il diritto di battere moneta. Durante l'assedio di Zurigo da parte del duca Alberto I d'Asburgo (1292) il convento subì danni ingenti.

Riferimenti bibliografici

Completato dalla redazione
  • Wirz, Claudia: «Elisabeth von Wetzikon (1235-1298). Die Hohe Frau», in: Parzer Epp, Verena; Wirz, Claudia et al. (a cura di): Wegbereiterinnen der modernen Schweiz. Frauen, die die Freiheit lebten, 2014, pp. 153-156.
  • Museo nazionale svizzero (a cura di): Nonnen. Starke Frauen im Mittelalter, 2020 (catalogo mostra).
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ ca. 1235 ✝︎ 16.3.1298

Suggerimento di citazione

Feller-Vest, Veronika: "Wetzikon, Elisabeth von", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 16.04.2021(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/013096/2021-04-16/, consultato il 25.01.2022.