de fr it

Vanel

Fortezza edificata attorno all'XI sec. nell'omonima gola fra Rougemont e Gessenay nel com. di Rougemont (VD). Era la sede della "bandiera" di Le V., che raggruppava le due castellanie di Gessenay e Rougemont. Il primo signore attestato è Ulrich, menz. nel 1115 nel libro fondiario (pancarte) di Rougemont. La signoria, detenuta sia dal conte de Gruyère, sia da un ramo cadetto quale appannaggio, amministrava l'alta e la bassa giustizia; dopo il fallimento di Michel de Gruyère, nel 1555 venne unita al cant. Berna. La fortezza gravemente danneggiata in occasione del saccheggio da parte di Berna nel 1407, fu probabilmente abbandonata e cadde in rovina; si conservò la torre che venne demolita nel 1907. Contrariamente a quanto sostenuto dalla tradizione, non vi venivano riscossi pedaggi. Durante la seconda guerra mondiale l'esercito costruì a V. un bunker del ridotto nazionale.

Riferimenti bibliografici

  • F. Reichlen, «Notice sur la seigneurie et les seigneurs du Vanel au Pays-d'Enhaut», in RHV, 1903, 41-51
  • V.-H. Bourgeois, Les châteaux historiques du canton de Vaud du XIe au XVIe siècle, 1, 1935, 82-84
  • «Chronique archéologique», in RHV, 2008, 314-316