de fr it

XaverZeltner

19.11.1764 (Urs Xaver Joseph Anton) Soletta, 18.9.1835 Saronno (Lombardia), catt., di Soletta. Figlio di Franz Anton, membro del Gran Consiglio, e di Maria Anna de La Martinière. Fratello di Peter Josef (->). (1794) Orsola Peri, di Lugano. Dopo il collegio dei gesuiti a Soletta, fu ufficiale della Guardia sviz. in Francia (1781-88), segr. distr. del baliaggio di Flumenthal (1788), notaio a Soletta (dal 1789), membro del Gran Consiglio (1793-98) e balivo a Lugano (1793-94). Imprigionato a Soletta all'inizio di febbraio del 1798 in quanto esponente dei patrioti, dal 3 marzo fece parte del governo provvisorio di Soletta; ancora lo stesso anno divenne senatore dell'Elvetica (26.3.1798). Fu inoltre prefetto nazionale (1798-1800), delegato alla Consulta di Parigi (1802-03), membro del Gran Consiglio di Soletta (1810-14, esponente dell'opposizione liberale) e giudice d'appello (1811-14). Membro del governo provvisorio (1814), venne in seguito arrestato per aver tentato a più riprese di rovesciare il regime. Nel 1815-17 l'eroe dell'indipendenza polacca Tadeusz Kościuszko abitò nella sua residenza (oggi sede del museo Kościuszko).

Riferimenti bibliografici

  • P. F. Kopp, War der Ofen schuld? Kabinettstücke aus der Schweizer Kulturgeschichte, 2014, 185-227.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

F. Kopp, Peter: "Zeltner, Xaver", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 25.01.2015(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/013454/2015-01-25/, consultato il 24.10.2020.