de fr it

LudwigSnell

6.4.1785 Idstein (Assia), 5.7.1854 Küsnacht (ZH), prot., del ducato di Nassau, dal 1832 di Küsnacht, dal 1833 cittadino onorario del cant. Basilea Campagna. Figlio di Christian Wilhelm, rettore, e di Louise Simon. Fratello di Wilhelm (->). Celibe. Dal 1803 al 1806 studiò teol. e frequentò lezioni di filosofia, diritto, storia e matematica all'Univ. di Giessen, conseguendo il dottorato con una tesi su Diogene Laerzio. Fu poi precettore, prorettore della scuola superiore di Idstein (dal 1808) e rettore di quella di Wetzlar (dal 1817). Dopo che un amico ebbe attentato al pres. del governo di Nassau (1820), S. fu sospeso per le sue idee liberali. Emigrato a Londra (1824), si trasferì poi in Svizzera (1827). Conseguì l'abilitazione all'Univ. di Zurigo, dove divenne professore di storia della filosofia (1833). Dal 1834 visse a Berna, il cui governo radicale si opponeva maggiormente alle pressioni estere sulla politica d'asilo, e fu professore di scienze politiche (1834-36). Membro dell'Ass. nazionale sviz., nel 1836 fu sospettato di legami con i rivoluzionari stranieri della cerchia di Giuseppe Mazzini. Dopo il suo arresto rinunciò alla cattedra e si ritirò a Küsnacht. In quel periodo redasse l'Handbuch des Schweizerischen Staatsrechts (1837-48). Redasse il "Memoriale di Küsnacht" (1830), un progetto di Costituzione di impronta liberale, e una bozza costituzionale per il cant. Zurigo (1831), che, ispirata al principio di rappresentanza, mirava a una più equa presenza degli esponenti della pop. rurale nel Gran Consiglio. Dal 1831 fu redattore del periodico radicale Schweizerischer Republikaner. Con il fratello Wilhelm fu uno dei più autorevoli teorici politici della Svizzera e influenzò in maniera determinante il movimento radicale.

Riferimenti bibliografici

  • A. Scherer, L. Snell und der schweizerische Radikalismus (1830-1850), 1954
  • S. G. Schmid, I. Häner (a cura di), «Ein zweites Vaterland», in Nachdenken über den demokratischen Staat und seine Geschichte, a cura di I. Häner, 2003, 263-281
  • S. G. Schmid, «L. Snell - ein Revolutionär in Küsnacht», in Küsnachter Jahrheft, 45, 2005, 67-75
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Hürlimann, Katja: "Snell, Ludwig", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 22.11.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/013521/2011-11-22/, consultato il 18.05.2021.