de fr it

Franz Josef JuliusMeyer

14.12.1756 Andermatt, 13.12.1820 Andermatt, catt., della valle d'Orsera. Figlio di Josef Maria, tenente a Napoli, gestore del dazio e capitano ad Andermatt, e di Anna Maria Nager. (1784) Rosa Coletta nata M., figlia di Kaspar, Ammann della valle d'Orsera e oste. Destinato al sacerdozio secondo la volontà dei genitori, gli studi avviati a Lucerna però non gli piacquero; decise quindi di dedicarsi al servizio mercenario, ma il padre glielo impedì. Dal 1784 gestì con la moglie la locanda Drei Könige ad Andermatt. Avvocato per 11 anni con una scarsa attività, nel 1798 fu nominato viceprefetto del distr. d'Orsera (a cui appartenevano anche i com. di Göschenen e Wassen) da Alois Vonmatt, prefetto del cant. Waldstätten per il Direttorio. M. assunse un atteggiamento benevolo nei confronti della nuova Costituzione elvetica, pur avanzando critiche. Quando nel 1799 la valle d'Orsera subì le ripetute invasioni dei soldati franc., russi e austriaci, M. difese i suoi concittadini con zelo e abilità dagli arbitri delle truppe straniere, dimostrandosi un funzionario intrepido. La pop., riconoscente, lo onorò con l'appellativo di "padre della valle" e gli conferì nel 1803 la carica di Ammann della valle d'Orsera, che ricoprì fino al 1805. Dovette la sua fama non solo all'attività politica, ma anche a quella di oste della locanda Drei Könige, dove nel 1797 pernottò anche Johann Wolfgang von Goethe durante il suo terzo viaggio attraverso la Svizzera.

Riferimenti bibliografici

  • I. Meyer, C. F. Müller, «Die Talammänner von Ursern», in HNU, n.s., 1969-1970, 24-25, 115-144
  • W. Arnold, Uri und Ursern zur Zeit der Helvetik, 1985
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 14.12.1756 ✝︎ 13.12.1820