de fr it

Biglione

Lega metallica composta in percentuale inferiore al 50% da argento e in percentuale superiore al 50% da rame o altri metalli, quali zinco o stagno, usata esclusivamente nella coniatura delle Monete minute. Le più antiche monete sviz. coniate in biglione sono il Denaro e altri pezzi di piccola taglia, risalenti al tardo ME (ad esempio il quarto) e provenienti da zecche diverse. Le monete di biglione, quali il Soldo, il mezzo Batzen, il Kreuzer o il sol, erano monete divisionali, non utilizzabili in maniera illimitata per i pagamenti. Dal 1850 al 1877 lo Stato fed. sviz. coniò in biglione i pezzi da 5, 10 e 20 cts.

Riferimenti bibliografici

  • F. von Schrötter, Wörterbuch der Münzkunde, 1930, 74 sg.