de fr it

Marco

Il termine marco designa un'unità di peso per metalli preziosi, utilizzata principalmente in ambito monetario. Serviva quale unità di misura non solo per il metallo non coniato, ma anche per dichiarare il contenuto di fino presente nelle Monete da coniare, di regola determinando il numero di monete che si potevano fabbricare con un marco di oro o di argento fino (cioè puro). In alcuni territori ted. il marco era inoltre un'unità di conto (a Colonia ad esempio un marco equivaleva a 160 Denari). In epoca moderna, infine, costituiva la denominazione di diversi tipi di monete.

Il marco come unità di peso è attestato nelle fonti anglosassoni e scandinave dal IX sec. Partendo dal basso Reno, dall'XI sec. si diffuse nell'Europa centrale e occidentale. Il peso del marco presentava però differenze regionali. I più importanti furono il marco di Colonia (233,856 g), che dal XV sec. riuscì ad affermarsi in numerose regioni ted., e il marco di Troyes (244,753 g), unità di peso di riferimento in Francia. Nei Länder ted. e in gran parte della Conf. un marco corrispondeva a 16 Lot, 32 Setin, 64 Quentchen e 256 denari (Richtpfennige). In Francia e ad esempio a Ginevra una libbra era pari a 2 marchi, 16 once, 128 gros, 384 Denari e 9216 grani.

Nel territorio dell'attuale Svizzera erano utilizzati diversi tipi di marco; poche sono le località che coniavano monete per le quali sono disponibili dati allo stesso tempo attendibili e precisi. Il marco zurighese, legato probabilmente al marco di Norimberga, si ritiene pesasse 237,1 g. A Berna prima del 1717 era diffuso il marco di Colonia o quello di Norimberga (pari a 238,378 g), e poi il marco parigino (marco di Troyes). Friburgo fece capo, prima del 1500, al marco di Troyes (utilizzato anche a Losanna e Ginevra) e poi a quello di Norimberga. Il marco lucernese si suppone avesse un peso di 238,6 g; a Basilea si usava invece il marco di Colonia. Per le monete della Repubblica elvetica l'unità di peso di riferimento era costituita dal marco di Parigi (Pesi e misure).

Riferimenti bibliografici

  • F. von Schrötter (a cura di), Wörterbuch der Münzkunde, 1930, 371-374
  • H.-U. Geiger, Der Beginn der Gold- und Dickmünzenprägung in Bern, 1968, 32-34
  • M. Körner, Luzerner Staatsfinanzen 1415-1798, 1981, 45