de fr it

Kreuzer

Moneta tirolese diffusa nel tardo ME in Italia settentrionale, Austria e Germania meridionale, nella seconda metà del XV sec. fu coniata anche a Zurigo, Lucerna e Soletta (Monete). Il Kreuzer fu coniato la prima volta nel 1274 nel Tirolo e corrispondeva in origine a 20 denari piccoli veronesi. Sul dritto della moneta era raffigurata una doppia croce (ted. Kreuz), da cui deriva il nome. Inizialmente d'argento, il Kreuzer divenne progressivamente una moneta di Biglione. Dal XVI sec. fu alla base del sistema monetario dell'Austria e della Germania meridionale e un componente importante di molte valute cant. Il Kreuzer nel cant. Berna (denominato cruche nel Paese di Vaud), corrispondeva a un quarto di Batzen e a un centesimo di corona di conto. Dal 1809 venne coniato anche come pezzo da 2½ Rappen; fu abbandonato con la riforma monetaria del 1850-51.

Riferimenti bibliografici

  • E. Tobler, «Kreuzerprägungen in der Schweiz», in Helvetische Münzenzeitung, 10, 1975, 494-497, 529-540; 11, 1976, 1-10, 49-58, 97-109, 147