de fr it

Luigi d'oro

Moneta aurea franc., originariamente del peso di 6,75 g e di 22 carati. Introdotti nel 1640 da re Luigi XIII sul modello della Pistola (doblone) spagnola, fino alla Rivoluzione franc. i luigi d'oro furono la moneta aurea più diffusa nell'Europa occidentale e centrale. Al diritto presentavano sempre l'effigie del sovrano, mentre il rovescio cambiò più volte, così come il peso e il contenuto di fino. Dopo il 1640 si diffusero ampiamente in Svizzera, dove vennero tariffati e dove successivamente furono oggetto di ritrovamenti. Alla fine del XVIII sec., vari cant. conf. coniarono imitazioni del luigi d'oro denominate dobloni (Soletta nel 1787, Berna nel 1793, Lucerna nel 1794 e Basilea nel 1795).

Riferimenti bibliografici

  • M. Amandry (a cura di), Dictionnaire de numismatique, 2001, 344 sg.