de fr it

Tallero

Il tallero (ted. Taler; franc. Thaler) trae la sua denominazione dalla regione di Joachimstal in Boemia; da esso deriva il nome del dollaro. Grande nominale in argento, il tallero fu introdotto nel 1486 in Tirolo con un valore pari a un Fiorino (ted. Gulden) d'oro, per cui fu chiamato Guldiner o Guldengroschen. Già nel 1493 il tallero venne adottato da Berna. Inizialmente utilizzato solo a scopi di rappresentanza, divenne presto una moneta indispensabile per gli scambi commerciali. Offrì a diversi abili incisori di conii delle fam. Stampfer, Gessner e Dassier la possibilità di realizzare effigi di grande intensità espressiva. Il tallero è un precursore dell'odierna moneta da cinque franchi.

Riferimenti bibliografici

  • Vom Taler zum Dollar, cat. mostra Monaco di Baviera, 1986
  • AA. VV., Sistemi monetari e corsi delle specie in Svizzera 1600-1799, 2001
Link

Suggerimento di citazione

Schärli, Beatrice: "Tallero", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 30.07.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/013692/2012-07-30/, consultato il 24.02.2021.