de fr it

Aebi

Fam. contadina menz. dal XVI/XVII sec. in diverse curtes dei com. di Heimiswil e Wynigen. A Wynigen, nel suo podere della Matte, Johann Ulrich (->) creò nel 1868 una prima officina meccanica, poi trasferita a Burgdorf (1883); il successo dell'azienda ebbe inizio nel 1887, con il passaggio dalla fabbricazione su licenza alla produzione in serie di falciatrici. La ditta, gestita da membri della fam. (non sempre discendenti diretti) da quattro generazioni, produce soprattutto veicoli utilitari per pendenze estreme; nel 2000, anno in cui le esportazioni hanno fatturato per la prima volta più del 50% dell'intera cifra d'affari (oltre 100 milioni di frs.), impiegava ca. 350 persone nei suoi stabilimenti di Burgdorf, Hochdorf e Oberburg, e ca. 150 in Austria; suoi maggiori acquirenti sono i contadini sviz. ed europei delle regioni alpine. Oltre che come direttori tecnici e commerciali dell'azienda fam. (dal 1968 denominata Aebi Holding AG), singoli membri della fam. si sono distinti quali mecenati, collezionisti d'arte, musicisti oppure nell'ambito della ricerca scientifica, come Magdalena (->).

Riferimenti bibliografici

  • H. Tauber, Johann Ulrich Aebi, 1846-1919, 1983 (con albero genealogico)
  • H. Tauber, «Ein Jubiläum in Burgdorf», in Burgdorfer Jahrbuch, 51, 1984, 123-142
Link
Controllo di autorità
GND