de fr it

PeterAmstalden

1478 Lucerna. Forse figlio di Welti (1443, nella battaglia di Hirzel). Oste a Schüpfheim, possedeva una curtis e un patrimonio di 800-1000 fiorini; nel 1472 è menz. quale detentore di un feudo boschivo appartenente a Lucerna. Esponente dell'aristocrazia rurale dell'Entlebuch A., che aveva legami commerciali e di parentela nell'Untervaldo, intratteneva pure buoni rapporti con la città di Lucerna. Nelle guerre di Borgogna capitanò le truppe dell'Entlebuch e venne ferito a Grandson. La cospirazione da lui ordita contro Lucerna (affare Amstalden) fallì anche a causa dell'ambizione personale di A., che mirava alla costituzione di un cant. dell'Entlebuch indipendente da Lucerna, con lui stesso quale Ammann. Le rivendicazioni e le accuse alla base del progetto insurrezionale costituivano un duro attacco all'onore e all'integrità dell'élite politica cittadina; A., considerato l'ideatore della rivolta, fu quindi processato per alto tradimento e giustiziato nel novembre del 1478.

Riferimenti bibliografici

  • D. Suter-Schmid, Koller-, Mötteli- und Amstaldenhandel, 1974
  • E. Wechsler, Ehre und Politik, 1991

Suggerimento di citazione

Egloff, Gregor: "Amstalden, Peter", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 20.07.2001(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/014086/2001-07-20/, consultato il 15.01.2021.