de fr it

JostBircher

a Lucerna, 18.5.1645 Lucerna, catt., di Lucerna. Figlio di Niklaus, membro del Piccolo Consiglio, tesoriere e più volte balivo, e di Barbara Bletz. 1) (1604) Elisabeth Schumacher, figlia di Niklaus, membro del Piccolo Consiglio; 2) (1642) Maria Margaritha Pfyffer von Altishofen, figlia di Heinrich, Granconsigliere e balivo. Studiò a Milano (1599). Granconsigliere (1607-24) e membro del Piccolo Consiglio (1624-45), fra il 1633 e il 1645 fu scoltetto di Lucerna; nel 1633 propose all'imperatore di applicare in Svizzera l'editto di restituzione. Fu balivo di Habsburg (1613-15), di Wikon (1621-24) e nell'Entlebuch (1627-29), preposto al cronicario di S. Giacomo, avogadro del convento di S. Anna im Bruch (1632), colonnello al servizio della Francia (1635), comandante militare di Lucerna (1644) e più volte delegato alle Diete (1624-45); fu inoltre inviato presso papa Urbano VIII, che lo fece cavaliere. Proprietario di terreni nell'Entlebuch e nei dintorni di Lucerna, grazie alle sue rendite lasciò in eredità oltre 30'000 fiorini.

Riferimenti bibliografici

  • K. Messmer, P. Hoppe, Luzerner Patriziat, 1976
Link

Suggerimento di citazione

Egloff, Gregor: "Bircher, Jost", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 11.11.2002(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/014099/2002-11-11/, consultato il 26.02.2021.