de fr it

HansHalbsuter

ca. 1410 Root, ca. 1480 Lucerna. Al più tardi dal 1431 visse a Lucerna, di cui ottenne la cittadinanza nel 1435. Falegname e commerciante di polvere da sparo, Hans Halbsuter venne menzionato nel 1441 e nel 1464 quale membro del Consiglio dei Cento. Rivestì anche le cariche di usciere di tribunale (1449-1450) e amministratore della Camera dei signori e dei tiratori (1454). Fu ripetutamente coinvolto in dispute per oltraggio, ciò che nel 1455 gli costò una condanna a due mesi di esilio. Fu in seguito beneficiario di una pensione per Consiglieri indigenti. Nella sua Liederchronik del 1533, Werner Steiner indica Halbsuter quale autore del Sempacherlied (risalente a non prima della seconda metà del XV secolo), noto anche come Halbsuterlied, in cui Arnold Winkelried, esplicitamente contrapposto a Petermann von Gundoldingen, venne menzionato per la prima volta per nome (guerra di Sempach). La mescolanza di tradizione ed epica eroica riflette la visione popolare della battaglia, che contrasta con la versione delle cronache ufficiali. La prima stampa dell'Halbsuterlied fu realizzata da Augustin Fries nel 1545.

Riferimenti bibliografici

  • Marchal, Guy P.: «Leopold und Winkelried. Die Helden von Sempach oder: wie ein Geschichtsbild entstand», in: Arnold von Winkelried. Mythos und Wirklichkeit. Nidwaldner Beiträge zum Winkelriedjahr 1986, 1986, pp. 73-111.
Completato dalla redazione
  • Hugener, Rainer: «Gesungene Geschichte(n). Eidgenössische Schlachtlieder in Chroniken und Flugschriften (parte 1)», in: Rivista storica svizzera, 72/2, 2022, pp. 257-273.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Gregor Egloff: "Halbsuter, Hans", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 06.02.2023(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/014139/2023-02-06/, consultato il 27.02.2024.