de fr it

Moritz AntonKappeler

9.6.1685 Willisau, 16.9.1769 Beromünster, catt., di Lucerna. Figlio di Sebastian, medico cittadino a Lucerna, e di Anna Maria Anderallmend. (1710) Anna Maria Elisabeth Feer. Compì studi di filosofia e matematica al collegio Elvetico a Milano (1700-04, dottorato in lettere) e di medicina all'Acc. di Pont-à-Mousson in Lorena (1704-06, dottorato in medicina). Durante la guerra di successione spagnola lavorò come medico e ingegnere al servizio dell'Impero a Napoli. Medico a Lucerna (1710), vi divenne medico cittadino (1712-54, con interruzioni negli anni 1740-44). Dal 1717 fece parte del Gran Consiglio lucernese. Acquisì fama grazie alle sue ricerche cristallografiche (pubblicate parzialmente nel 1723), ridefinendo il concetto di cristallo dell'epoca e fornendo nuove conoscenze sulla genesi dei cristalli. Lo studio naturalistico della regione del Pilatus (1723-28, pubblicato solo nel 1767), prima grande monografia su una montagna sviz., costituì la sua opera principale. La carta topografica correlata fu realizzata da K. secondo un metodo da lui stesso sviluppato. Effettuò inoltre ricerche sismologiche (progettazione di un sismoscopio). Fu membro della Royal Society di Londra (1726), dell'Acc. imperiale delle scienze di Vienna (1730) e della Soc. di scienze naturali di Zurigo (1762).

Riferimenti bibliografici

  • Corrispondenza con Johann Jakob Scheuchzer presso ZBZ
  • Autografi e lettere a Josef Anton Felix Balthasar presso ZHBL
  • P. X. Weber, «Dr. M. A. Kappeler 1685-1769», in Gfr., 70, 1915, 157-249
  • M. Hürlimann (a cura di), Grosse Schweizer, 1938, 270-277
  • NDB, 11, 138sg.
  • E. Fabian, Die Entdeckung der Kristalle, 1986
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF