de fr it

Oncia

Unità di peso in passato molto diffusa pari a ca. 23-32 g; lat. uncia (segno), ted. Unze, franc. once. Frazione variabile dei vari tipi di Libbra comunemente in uso nella Conf., l'oncia corrispondeva tra l'altro a 1/12 della libbra medicinale di Norimberga e della libbretta ticinese, a 1/16 del poids de marc franc. e della libbra commerciale ted. (libbra di Anversa o di Colonia), a 1/18 della libbra di Zurzach e a un 1/16-1/40 delle libbre pesanti in uso sul piano locale. Nel 1838 tutti i cant. si accordarono per un'oncia pari a 1/16 (31,25 g) della libbra unitaria di 500 g ad eccezione del Ticino, che nel 1826 aveva adottato l'oncia di Milano (27,23 g). Nel Ticino e nelle valli meridionali grigionesi l'oncia era anche una misura di lunghezza pari a 1/12 del braccio locale (4,3-6,1 cm). Con l'introduzione del sistema metrico decimale nel 1877, tutti i tipi di oncia furono aboliti (Pesi e misure).